Masseria Alfano

BlogMasseria Alfano: un vino di famiglia

Masseria Alfano: un vino di famiglia

La passione per il vino ci spinge a cercare di migliorare sempre i nostri prodotti…..cercando di valorizzare il nostro fantastico terroir

 

Una storia nata alcuni anni fa…..

La data d’inizio della nostra avventura è il mese di Ottobre dell’anno 2010 quando iniziammo a produrre un vino aglianico, per uso proprio, acquistando delle uve da un caro amico produttore. La vinificazione fu entusiasmante, utilizzammo una pigiatrice a mano (quanta fatica) aggiungendo una minima quantità di solfiti e inoculando con lieviti selezionati.Io, Luigi, non avevo mai vinificato e vedere dopo circa 24 ore la formazione di quel cappello di vinaccia accompagnato dall’aumento del profumo di vino, scatenò in me un senso di euforia che ricordo ancora. Tutti i giorni, per più volte al giorno, facevo le follature cercando di mescolare al meglio il mosto. Al termine della fermentazione, utilizzammo un torchio per estrarre il vino e per quella operazione ci aiutò anche mia sorella, la quale penso ambisse ad altro nella vita (ho anche una sua foto ma non posso pubblicarla….).

Al primo assaggio quel vino mi sembrava il più buono del mondo, anche se ricordo la sua tannicità, acidità e durezza, tipica di questo vitigno.

Ricordo che non stavo fermo un attimo, andavo a provare quel vino ogni giorno; mi sembrava sempre diverso, anche se fondamentalmente era lo stesso.

Passato il periodo invernale lo imbottigliammo nei mesi estivi. Da li poi le cose sono andate sono andate sempre più avanti e ad oggi produciamo circa 20.000 bottiglie.

 

Abbiamo imparato dagli errori…..ma non solo

Si dice spesso sbagliando s’impara; nessun proverbio è più veritiero.

Durante questi anni di vinificazioni abbiamo sbagliato spesso ma non ci siamo mai arresi e abbiamo investito sulla nostra formazione.

Io ho frequentato corsi di sommelier e scuola di potatura italiana della vite di Simonit&Sirch. Infine mi sono laureato in Viticoltura ed Enolgia presso l’Univeristà Federico II di Napoli. Tutto questo è servito per avere una conoscenza a 360 gradi del mondo del vino. Certo è che c’è tanto altro da imparare e ciò non ci spaventa

 

Vieni a scoprire i nostri vini per conoscere il terroir irpino

 

Cin

 

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
X