Masseria Alfano

BlogImmacolata Concezione: cultura ed enogastronomia

Immacolata Concezione: cultura ed enogastronomia

L’avvicinamento al Natale, l’Immacolata Concezione ricorre il giorno 8 Dicembre per ricordare come la Vergine Maria sia immune dal peccato originale. Ecco come si festeggia in Irpinia.

Le Chiese Irpine dell’Immacolata Concezione

Nella nostra verde Irpinia sono due le Chiese intitolate alla Immacolata Concezione; una si trova a Calitri, piccolo comune sviluppatosi lungo le rive del fiume Ofanto, che è stata edificata tra il 1710 ed il 1714 dove poi venne svolta per la prima volta la messa ad opera di Padre D. Giovanni Barrata. Di grande importanza è l’altare in legno di tiglio in stile barocco. http://www.arciconfraternitacalitri.it/

L’Altare in legno della Chiesa dell’immacolata Concezione di Calitri

Un’altra Chiesa dedicata all’Immacolata Concezione è quella del comune di Cairano, uno dei borghi irpini che mette in collegamento la Valle dell’Ofanto con il fiume Sele. La Chiesa si ritrova al centro del paese e a differenza della precedente qui l’altare è in marmo con varie tonalità. https://www.irpiniaworld.it/cairano-e-le-sue-chiese-la-chiesa-dellimmacolata-concezione/

Chiesa dell’Immacolata Concezione a Cairano

Accio e Baccalà: una ricetta dal profumo di tradizione irpina per dare l’inizio al periodo di Natale

Una delle ricette irpine più conosciute, che fa parte di quelle famose del periodo natalizio, è Accio e Baccalà. In dialetto Avellinese, l’accio è il sedano, in particolare quello di Gesualdo, che con i suoi profumi si sposa in maniera armoniosa con il baccalà

Questi sono gli ingredienti:

  1. Pomodorini
  2. Baccalà (mussillo)
  3. Patate
  4. Sedano
  5. Pinoli
  6. Olive
  7. Olio Evo

vi segnaliamo il link per la preparazione del piatto https://www.avellinotoday.it/blog/sapore-d_irpinia/ricetta-pranzo-vigilia-natale-irpinia-accio-baccala.html

Immagine di AvellinoToday

Greco di Tufo DOCG Riserva “Il Viraggio”

Questo è il vino che abbiamo scelto per il piatto di Accio e Baccalà. Il Greco di Tufo è un’uva bianca di piccole dimensioni con acini ben colorati e rotondi, viene definito un rosso travestito da bianco per la sua grande struttura ed acidità che ne fa un vino da invecchiamento. Alla vista si presenta come un vino dal colore giallo con riflessi dorati, più o meno intensi; al naso i sentori minerali si amalgamano con quelli di frutta a polpa gialla. Al gusto si percepisce tutta la sua forza data da una acidità importante che permette l’abbinamento con questo piatto dai forti sapori.https://masseriaalfano.com/?page_id=3651

 

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
X