Masseria Alfano

BlogLe malattie della vite: un flagello per la viticoltura

Le malattie della vite: un flagello per la viticoltura

La malettie della vite sono un flagello per la moderna viticoltura che richiedono la massima attenzione con un’occhio sull’impatto ambientale.

Le malattie della vite

La vite è una pianta che è soggetta all’attacco di numerosi funghi, e non solo, che portano al danneggiamento prima della parete fogliare e poi dei grappoli. Di seguito descriviamo le principali ed il loro ruolo nella produzione di uva.

Peronospora della vite dal sito Agronotizie

  • Peronospora: è causata dal patogeno Plasmopara viticola, è la malattia crittogamica più grave della vite; attacca tutti gli organi verdi della pianta, principalmente le foglie, i germogli e i grappoli, causando ingenti danni se non gestita correttamente.
  • Oidio:è tra le principali malattie fungine della vite il cui agente patogeno è un ascomicete che si sviluppa con temperature tra i 20-30°C ed elevata umidità. Esistono inoltre vitigni più sensibili rispetto ad altri.
  • Fillossera: è una malattia causata da un’afide della famiglia dei fillosseridi che attacca le foglie dove crea delle galle; mentre l’attacco sulle radici della vite,crea delle  nodosità e tuberosità.
  • Tignole: è una malattia causata da un Lepidottero cochilide ampelofago (che vive a spese della Vite) diffuso in Italia settentrionale ed è uno degli insetti più pericolosi per la vite. Il suo pericolo per la vite è dovuta alla deposizione dellee uova nei bottoni fiorali, dove poi alla loro schiusa le larve possono cibarsi del grappolo ed indurre una riduzione di peso dello stesso.
  • Flavescenza dorata: malattia causata da fitoplasmi, diffusa in maniera preoccupante in talune regioni italiane a partire dagli anni ‘80. Le infezioni manifestano la loro comparsa nel mese di luglio;  la sua presenza provoca  perdita precoce delle infiorescenze o caduta dei grappoli.

I rimedi per le malattie

Il trattamento delle malattie indicate in precedenza si caratterizza, per la maggior parte di esse, da protocolli preventivi con utilizzo di sostanze che prevengano l’insorgenza della patologia. Di questo argomento ne parleremo specificamente negli articoli del nostro blog dedicati alle singole malattie.

 

Noi utilizzamo protocolli di lotta integrata per il contenimento delle malattie riducendo al minimo l’utilizzo di sostanze che possano essere dannose per l’uomo e per l’ambiente

 

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
X